La nuova definizione di default: i punti aperti e gli impatti sui processi


Giornata formativa

In sintesi

Dal 1° gennaio 2021 sono entrate in vigore le nuove regole europee in materia di classificazione dei debitori in “default” che stabiliscono criteri e modalità più stringenti rispetto a quelli finora adottati introducendo il concetto di arretrato rilevante, ossia la soglia oltre la quale l’impresa deve essere obbligatoriamente classificata in default.

Con l’obiettivo di fare sintesi delle novità della disciplina anche alla luce dei recenti chiarimenti della Vigilanza e di fornire approcci operativi alla soluzione di dubbi interpretativi emersi in questa prima fase di implementazione, ABIFormazione propone un’iniziativa di aggiornamento per gli intermediari che si terrà in modalità virtuale il prossimo 26 marzo.

Target

Uffici Crediti, Funzioni Risk Management, Compliance, Internal Audit, Pianificazione e Controllo

Temi Principali
  • Il punto sul framework normativo e le corrette prassi di implementazione delle nuove regole negli ultimi chiarimenti della Vigilanza 
  • L’applicazione delle nuove regole di classificazione: trigger, soglie e probation period 
  • La gestione della ROF 
  • Esperienze e interventi volti a mitigare l’impatto della prima applicazione 
  • L’adeguamento dei processi del credito (concessione, monitoraggio, provisioning e restructuring)
  • Gli impatti sul controllo di gestione e la pianificazione: l’effetto e il costo del capitale assorbito, la scelta tra accantonamento e fondi propri per la copertura 
  • Gli effetti sul pricing di prodotto
Data
26 marzo 2021
Sede

Aula virtuale, attraverso piattaforma dedicata, con possibilità di interazione real time con i docenti

Anno
2021
Richiedi informazioni

Carla Marinuzzi
c.marinuzzi@abiservizi.it
06.6767.497
Fernanda Silvi
f.silvi@abiservizi.it
06.6767.561



Ti potrebbe interessare anche