Securitization e crediti in sofferenza


Problemi gestionali, contabili e normativi nella recente esperienza italiana

Curatore: Claudio Porzio

Editore
Bancaria Editrice
Anno
2001
Pagine
354
ISBN
88-449-0283-4
Disponibilità
Disponibile
Prezzo di copertina€ 25,00
Prezzo Internet Sconto 5% € 23,75
IVA assolta dall'editore



La securitization dei crediti in sofferenza è divenuta uno strumento importante nella gestione bancaria, anche per effetto delle novità introdotte dalla legge n. 130 del 1999. L`emanazione della normativa ha segnato, infatti, un momento significativo di sviluppo e di promozione delle operazioni di cartolarizzazione, grazie alla semplificazione delle procedure legali e all`introduzione di disposizioni fiscali più vantaggiose.



Proprio il rapporto tra spinta innovativa che ha investito il settore e risposte date dal mercato costituisce il perno attorno al quale si muove l`analisi della securitization di crediti non performing; analisi che, oltre a considerare i principali aspetti teorici, si arricchisce di una disamina empirica delle caratteristiche delle operazioni concluse dalle banche italiane.



Nel volume, infatti:


  • da una parte, si descrivono le peculiarità gestionali, giuridiche, fiscali e contabilidi tali operazioni;

  • dall`altra, si presentano schematicamente tutte le emissioni concluse

    dopo la riforma legislativa.


In relazione al primo aspetto, gli Autori analizzano le caratteristiche generali del fenomeno

(quadro regolamentare; struttura dell`operazione e soggetti coinvolti; modelli e tecniche utilizzate; aspetti economici, fiscali e contabili nell`ottica della banca cedente e della società-veicolo; tipologie di titoli emessi; problematiche di rating; impatto sulla gestione bancaria) e ne sottolineano, in particolare, gli aspetti critici e gli elementi di rischio.


Relativamente al secondo aspetto, viene effettuata una descrizione analitica, operazione per operazione, di tutte le emissioni di titoli in Italia legate a cartolarizzazione di crediti in sofferenza. Le indicazioni fornite - riguardo alla cessione del portafoglio, all`emissione di titoli e all`impatto sul bilancio - risultano fondamentali non solo per comprendere comportamenti e soluzioni adottate dalle banche italiane ma anche per tracciare una valutazione d'insieme sullo stato dell`arte e sulle prospettive del mercato delle asset e mortgage backed securities.

1. LE DIFFERENTI MODALITÀ DI GESTIONE DEGLI ATTIVI PROBLEMATICI
1.1 L' emergere delle sofferenze
1.2 La gestione delle partite anomale
1.3 Scelte di outsourcing, bad bank e servicing
2. LA CARTOLARIZZAZIONE DEI CREDITI BANCARI: ASPETTI GENERALI
2.1 Introduzione
2.2 L' operazione di cartolarizzazione
2.3 Gli aspetti critici della cartolarizzazione
2.4 Cartolarizzazioni sintetiche e Arbitrage Collateralized Debt Obligation (CDO)
2.5 La legge italiana sulla cartolarizzazione dei crediti
2.6 Conclusioni: le prospettive di sviluppo
3. LE MODALITÀ DI CARTOLARIZZAZIONE DELLE SOFFERENZE
3.1 Introduzione
3.2 Le peculiarità delle operazioni su crediti non performing
3.3 Le operazioni concluse
3.4 Cartolarizzazione di sofferenze e gestione bancaria
4. GLI ASPETTI CONTABILI E FISCALI
"4.1 Introduzione
4.2 Il trattamento contabile-fiscale delle operazioni di securitisation per la banca cedente
4.3 La normativa contabile-fiscale relativa alla società veicolo
4.4 Alcune conclusioni"
5. LE PROBLEMATICHE GIURIDICHE
"5.1 Le definizioni e il quadro giuridico nel processo che ha portato al varo della legge n. 130 del 1999
5.2 I soggetti che partecipano all`operazione: le società veicolo
5.3 I titoli emessi per finanziare l' acquisto dei crediti: la tutela dell' investitore
5.4 Il rating
5.5 L' opponibilità della cessione ai debitori cedenti e ai terzi: il modello dell' articolo 58 del dAgs. n. 385 del 1993
5.6 Le problematiche relative al rapporto tra pagamento e fallimento dei debitori ceduti e del cedente
5.7 Le operazioni di cartolarizzazione realizzate mediante l' erogazione di un finanziamento
5.8 La legge 30 aprile 1999, n. 130"



Ti potrebbe interessare anche