Trasferimenti di aziende ed esternalizzazioni nel diritto del lavoro


Autore: NGL

Editore
Bancaria Editrice
Anno
2004
Pagine
196
ISBN
88-449-0648-1
Disponibilità
Disponibile
Prezzo Copertina € 20,00
IVA assolta dall'editore

Nel complesso e articolato disegno di riforma del mercato del lavoro contenuto nel d.lgs. n. 276/2003, le modifiche apportate alla disciplina in materia di trasferimento d'azienda o di rami d'azianda occupano una posizione di assoluto rilievo sia sul piano strettamente interno sia su quello del grado di armonizzazione dei singoli orfinamenti nazionali agli standard europei.
Il volume dà conto dell'intenso dibattito sviluppatosi intorno ai principali temi della riforma ospitando le opinioni di esperti di differente formazione e provenienza, tutti direttamente impegnati nella gestione delle profonde trasformazioni in atto nel mondo del lavoro.

1. CONSIDERAZIONI INTRODUTTIVE SULLA NUOVA DISCIPLINA DEL TRASFERIMENTO D'AZIENDA
Saggio di Stefano Liebman
2. ASPETTI ECONOMICI, SOCIALI E GIURIDICI DEI TRASFERIMENTI DI AZIENDE E RAMI DI AZIENDE
Saggio di Carlo Dell`Aringa
3. LE QUESTIONI DEI TRASFERIMENTI DI AZIENDE O DEI RAMI DI AZIENDE NEL MONDO BANCARIO
Saggio di Giancarlo Durante
4. LE MODIFICAZIONI DELLA DISCIPLINA DEL TRASFERIMENTO D'AZIENDA ALLA LUCE DEL D.LGS. N. 276 DEL 2003
Saggio di Rosario Flammia
4.1 Premessa
4.2 La modificazione della rubrica dell'art. 2112 c.c.
4.3 Il quinto comma dell'art. 2112 c.c. e le modificazioni della definizione legale del trasferimento d'azienda
4.4 Il preambolo della definizione legale modificata nel 2003
4.5 I limiti della definizione legale
4.6  Art. 12 disp. prel. c.c. e interpretazione della definizione legale del 2003
4.7 Impresa, azienda, attività economica organizzata senza finalità di produzione o di scambio di beni o di servizi
4.8 La nuova definizione legale del trasferimento d'azienda
5. IL TRASFERIMENTO DI RAMO D'AZIENDA NEI PROCESSI DI ESTERNALIZZAZIONE E APPALTO DI SERVIZI
Saggio di Arturo Maresca
5.1 Esternalizzazione e tutela del lavoratore: le tecniche di tutela di fronte alle vicende relative alla cessazione e alla cessione di attività dell'impresa
5.2 Il collegamento funzionale tra cessione del ramo d'azienda e appalto
5.3 Conferme alla nozione dematerializzata di ramo d'azienda
5.4 L'articolazione funzionalmente autonoma oggetto di cessione e i limiti riconosciuti all'autonomia contrattuale del cedente e cessionario
5.5 I problemi derivanti dalla identificazione dell'articolazione funzionalmente autonoma «al momento del suo trasferimento»: l'individuazione dei lavoratori che passano alle dipendenze del cessionario e il rispetto del termine per le informazioni sindacali
5.6 Il regime della responsabilità solidale tra appaltante e appaltatore. I dubbi sulla legittimità costituzionale dell'art. 29, comma 2
6. LA PREESISTENZA AL TRASFERIMENTO DELLE STRUTTURE AZIENDALI NEI GIUDIZI DI LEGITTIMITÀ DELLA CORTE DI CASSAZIONE
7. L'INTERPRETAZIONE GIURISPRUDENZIALE SULLE RELAZIONI TRA ORDINAMENTO COMUNITARIO E DIRITTO NAZIONALE IN TEMA DI TRASFERIMENTO D'AZIENDA
Saggio di Raffaele Foglia
7.1 La configurazione del trasferimento d'azienda nel diritto comunitario
7.2 L'identità dell'entità economica trasferita
7.3 Il trasferimento di ramo di azienda attraverso il ricorso a uno o più appalti
7.4 La nozione di «ramo d'azienda» secondo la nuova direttiva 98/50/Ce
7.5 Discipline speciali e rispetto della direttiva
7.6 Trasferimento e crisi di impresa
8. COMUNICAZIONI: L'art. 32 del d.lgs. 10 settembre 2003, n. 276 tra conferme e innovazioni
Saggio di Guido Vidiri
9. COMUNICAZIONI: Inadeguatezza delle dimissioni come unica forma di tutela del prestatore di lavoro
Saggio di Alessandra Raffi
10. ESPERIENZE AZIENDALI: Esternalizzazioni in una società bancaria: il caso Sanpaolo Banco di Napoli
Intervento di Gaetano Lama
Disciplina generale del c.c.n.l. ABI - Contratto collettivo nazionale di lavoro 11 luglio 1999 per i quadri direttivi e per il personale delle aree professionali (dalla 1 alla 3) dipendenti dalle aziende di credito, finanziarie e strumentali - Testo coordinato (Cap. I, artt. 1-4 e 14-18)
11. ESPERIENZE AZIENDALI: Esternalizzazioni in una società di telecomunicazioni: il caso Alcatel
Saggio di Angelo Perucconi
Alcatel Italia - Accordi sindacali di settore
12. ESPERIENZE AZIENDALI: Esternalizzazioni in una società di servizi: il caso ENEL
Saggio di Paolo Auricchio
12.1 Privatizzazione e liberalizzazione (collocamento in borsa e realizzazione di oltre 34 trasferimenti di ramo azienda)
12.2  Governo sindacale del fenomeno (accordo 30 giugno 1989)
12.3 ENEL - Verbale sindacale 30 giugno 1999
13. ESPERIENZE AZIENDALI: Esternalizzazioni in una società di telecomunicazioni: il caso Telecom Italia
Saggio di Paolo Maria Fiore
13.1 Telecom - Accordi sindacali
14. ESPERIENZE AZIENDALI: La disciplina normativa
Saggio di
14.1 Art. 2112 nel testo del codice civile del 1942 (Trasferimento dell'azienda)
14.2 Art. 47 l. 29 dicembre 1990, n. 428 (Trasferimenti di azienda) Terzo comma dell'art. 47 l. 29 dicembre 1990, n. 428, che modifica l'art. 2112 c.c. (Trasferimento dell'azienda)
14.3 Art. 2112 c.c., come modificato dall'art. 1 d.lgs. 2 febbraio 2001, n. 18 (Mantenimento dei diritti dei lavoratori in caso di trasferimento d'azienda)
14.4 Art. 2 d.lgs. 2 febbraio 2001, n. 18, che modifica l'art. 47 l. 29 dicembre 1990, n. 428 (Trasferimenti di azienda)
14.5 Art. 1, secondo comma, l. 14 febbraio 2003, n. 30 (Delega al Governo per la revisione della disciplina dei servizi pubblici e privati per l'impiego, nonché in materia di intermediazione e interposizione privata nella somministrazione di lavoro)
14.6 Art. 32 d.lgs. 10 settembre 2003, n. 276 (Modifica all'articolo 2112, comma quinto, del codice civile)
14.7 Direttiva 2001/23/Ce del 12 marzo 2001 (Direttiva del Consiglio concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative al mantenimento dei diritti dei lavoratori in caso di trasferimenti di imprese, di stabilimenti o di parti di imprese o di stabilimenti)
14.8 Patto per l'Italia, 5 luglio 2002



Ti potrebbe interessare anche