Dal FATCA al CRS


Scambio automatico delle informazioni sulla clientela degli intermediari finanziari: possibili sinergie tra FATCA e CRS

Data10 e 11 novembre 2014
SedeRoma, Scuderie di Palazzo Altieri | Rome, Scuderie di Palazzo Altieri
Convegno in sintesi

II edizione dell'appuntamento ABIEventi dedicato al FATCA - Foreign Account Tax Compliance Act e alle possibili sinergie con il CRS - Common Reporting Standard

----------

II edition of the ABIEventi event dedicated to the FATCA - Foreign Account Tax Compliance Act and to the possible synergies with the CRS - Common Reporting Standard

Anno
2014



See below for the English version

Il convegno ha voluto porre in luce le possibili sinergie tra la normativa statunitense antielusiva, denominata FATCA (di cui il 2 luglio il Ministero delle Finanze, in attesa del completamento dell'iter legislativo del disegno di legge di ratifica dell'accordo Italia-USA per l'attuazione della normativa, approvato dal Consiglio dei Ministri il 30 giugno 2014, ha pubblicato, a fini informativi, lo schema di decreto ministeriale già posto in consultazione nell'aprile scorso) e il nuovo standard globale di scambio automatico di informazioni, denominato CRS (Common Reporting Standard), che alcuni Stati europei e non – attualmente circa una quarantina ivi inclusa l’Italia – intendono adottare presumibilmente già a partire dal 1 gennaio 2016.

Il convegno si è proposto di illustrare lo scenario attuale e futuro dello scambio automatico di informazioni tra autorità fiscali, che seguirà alla definizione dei lavori G20-OCSE, del CRS, il nuovo standard globale ed automatico tra le varie autorità fiscali di informazioni anagrafiche e finanziarie sui titolari dei conti degli intermediari finanziari che non siano fiscalmente residenti nel Paese in cui risiede l’intermediario finanziario.

Circa un anno dopo l’implementazione del FATCA, infatti, gli intermediari finanziari italiani saranno obbligati ad inviare analoghi dati su tutti i conti che, per effetto di una procedura di verifica simile a quella del FATCA, risulteranno detenuti da soggetti fiscalmente residenti in tutti i Paesi esteri, europei e non, diversi dagli USA.

In aggiunta, il convegno ha fornito un quadro aggiornato dello stato della normativa statunitense FATCA alla luce dei provvedimenti interni di implementazione dell’accordo Italia-USA.

----------

The meeting intended to bring to light the possible synergies between the United States law called FATCA (on which, on 2 July, the Ministry of Finance, awaiting the completion of the legislative procedure for the ratification of the Italy-USA agreement draft law for the implementation of the act, approved by the Council of Ministers on 30 June 2014, published, for informative purposes, the draft Ministerial Decree already sent for consultation last April) and the new global automatic information exchange standard, called CRS (Common Reporting Standard), which some European and non-European States – currently around forty including Italy – intend to adopt presumably beginning on 1 January 2016.

The meeting proposed to illustrate the current and future scenario of the CRS automatic information exchange among tax authorities, which will follow the setting out of the agenda for the G20-OCSE meetings. CRS is the new global automatic information exchange standard among the different tax authorities of personal and financial details concerning owners of accounts with financial intermediaries, who are not fiscally residents in the country of residence of the financial intermediary.

Approximately one year after implementation of FATCA, actually, Italian financial intermediaries will be required to send similar data for the accounts, which due to an effect of an audit procedure similar to that of FATCA, will be found to be held by parties fiscally resident in all foreign European and non-European countries other than the United States.

In addition, the meeting has provided an updated picture of the United States FATCA law in light of the internal implementation measures in the Italy-USA agreement.

Target

Si è rivolto principalmente a: Banche, Società finanziarie, Imprese di assicurazione, Società di intermediazione mobiliare (SIM); Società di gestione del risparmio (SGR), Organismi di investimento collettivo del risparmio; Società fiduciarie; Trust, Fondi pensione, Società di consulenza e Studi legali.
In particolare interessa i Direttori, Responsabili ed esperti delle aree: finanza, legale, fiscale, compliance, organizzazione e IT.

----------

This meeting was aimed mainly at Banks, financial companies, insurance companies, real estate brokerage companies, asset management companies, mutual funds, fiduciaries, trust companies, pension funds, consultancy firms and law offices.

Specifically interested will be directors, managers and experts in the areas of finance, tax, compliance, organization and IT.

See below for the English version

Il convegno si è articolato in una giornata e mezza.

Nella prima intera giornata di lavori gli intermediari finanziari interessati si sono confrontati sui principali contenuti del CRS con particolare evidenza delle principali analogie e differenze con il FATCA.

Tra i principali temi trattati:

soggetti obbligati ad inviare l’informativa e soggetti esclusi conti da segnalare e conti esclusi procedura di adeguata verifica per l’individuazione della clientela da segnalare: distinta tra le Persone Fisiche e Giuridiche e per i conti preesistenti e conti nuovi documentazione da acquisire dati anagrafici e finanziari da acquisire e segnalare modalità e tempi dello scambio di informazioni  

Nella seconda metà giornata si è fornito un aggiornamento sullo stato attuale della normativa FACTA, evidenziando le novità previste dalle norme interne di implementazione della normativa intervenute nel corso dell’anno, rispetto ai contenuti dell’accordo intergovernativo tra l’Italia e gli USA firmato il 10 gennaio 2014.

----------

The meeting was held over one and a half days.

During the first full day of meetings, interested financial intermediaries was able to discuss the main content of the CRS and specifically how it compares and contrasts with FATCA.

Among the main discussed issues:
Parties required to submit reports and excluded parties Accounts to be disclosed and those to be excluded Procedures for appropriate audit to identify customers to be pointed out, distinguishing between physical persons and juridical persons for pre-existing and new accounts Documentation to be acquired  Personal details to be acquired and to be reported Procedures and schedules for information exchange 

On the next half day, an update of the current status of the FATCA Act was given, pointing out the new parts of the internal implementation standards that have come into effect during this year compared to the intergovernmental agreement between Italy and the United States signed on 10 January 2014.

RELATORI CONFERMATI (in ordine alfabetico) / CONFIRMED SPEAKERS (in alphabetical order):

Silvia Anzini, ABI
Stefano Appetiti, Deloitte Consulting
Stefano Ceccacci, UniCredit
Gioacchino D'Angelo, Agenzia delle Entrate
Rosario Dolce, UBI Banca
Paola Giachetto, ABI
Stefano Grilli, Studio legale Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners
Philip Kerfs, OECD
Fabrizia Lapecorella, Ministero dell’Economia e delle Finanze
Michel Laurent, BNP Paribas
Raffaella Perfetti, Banca popolare dell'Emilia Romagna
Barbara Pirondi, Banca popolare dell'Emilia Romagna
David Pitaro, Ministero dell’Economia e delle Finanze
Davide Rotondo, PwC
Ilario Scafati, Ministero dell’Economia e delle Finanze
Gabriele Scalvini, Intesa Sanpaolo
Laura Scapini, EY
Lorenzo Scaramuzzino, Société Générale Securities Services
Domenico Serranò, EY
Tommaso Sorbo, UniCredit
Giovani Staiano, ABI
Alfonso Vaiana, PwC
Daniele Vecchi, Studio legale Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners
Laura Zaccaria, ABI

Location

Frutto di un lungo e accurato intervento di restauro e dell’estro creativo dell’architetto Gae Aulenti, il moderno ed elegante Centro Congressi si trova in una posizione strategica nel cuore di Roma, tra Piazza Venezia ed il Pantheon, all’interno di uno splendido palazzo del Seicento, Palazzo Altieri.

L’ingresso indipendente su via di Santo Stefano del Cacco lo rende autonomo ed esclusivo per ogni tipo di manifestazione.

Prestigio nel centro di Roma

Design esclusivo
Il calore del legno e la lucentezza del cristallo si legano in un perfetto equilibrio donando agli ambienti armonia ed eleganza.

Spazi flessibili
La versatilità degli spazi posti al piano terra incontra ogni tipo di esigenza.
Gli ambienti possono essere utlizzati per servizi di catering o per riunioni di lavoro e sono tutti collegati da un sistema audio-video.

Spazi hi-tech
L’ampia sala conferenze gode di luce naturale grazie alle ariose finestre che affacciano sui tetti di Via Santo Stefano del Cacco.

Dotazioni tecniche
Cabina regia, cabina traduzione simultanea, schermo - 420x240, tavolo di presidenza con monitor e microfoni, podio, monitor plasma, segnale digitale terrestre, wi-fi

Sponsor
Documenti



Ti potrebbe interessare anche